STORICO VINPEPATO® DAY AD ASCIANO - SIENA (novembre 2008)

Sabato 15
ad Asciano (SI) c'erano proprio tutti per la conferenza stampa di Vinpepato® delle Crete, il "magico elisir dolceamaro" frutto della collaborazione tra l'Antica Farmacia Francini Naldi de Munari di Asciano e CentoPerCento. In un contesto storico-paesaggistico davvero unico al mondo, nel cuore delle Crete Senesi, spetta al Dr. Giovanni de Munari (titolare assieme alla moglie Gabriella dell'omonima farmacia), dare il benvenuto agli ospiti nella suggestiva Sala del Mosaico: un pavimento originale Romano interamente a mosaico del I secolo d.C. Il Dr. Giovanni de Munari, che non ha potuto nascondere un po' di emozione, ha spiegato come Vinpepato® - nato dalla riscoperta di un'antica ricetta di famiglia risalente al '700 - sia stato un prodotto fortemente voluto e che, grazie all'aiuto dell'amico distillatore, "alchimista" e "speziere" Luciano Brotto, sia divenuto oggi una realtà.

Alla conferenza, oltre ai numerosi giornalisti, sommelier e produttori intervenuti, segnaliamo la graditissima presenza del Prof. Stefano Ciatti (Presidente dell'Associazione Vino e Salute), del Prof. Roberto Barale (Prof. Ordinario del Dipartimento di Biologia Sezione Genetica dell'Università di Pisa), della Prof.ssa Daniela Reali (Prof. Ordinario di Patologia Sperimentale dell'Università di Pisa), dell'amico e "Sommelier informatico" Andrea Gori (già Vice-Campione Europeo Sommelier nel 2008 e Miglior Sommelier Toscana 2006) e dei Vice-Campioni d'Italia Sommelier nel 2008 a pari merito Luca Martini e Cristiano Cini.

Molti saranno anche gli interventi al successivo dibattito guidato da un moderatore davvero d'eccezzione: Paolo Lauciani (AIS Roma - Bibenda - Gusto Canale 5) il quale, oltre ad aver redatto personalmente la scheda sensoriale di Vinpepato®, ne ha poi guidato la degustazione attraverso interessantissimi abbinamenti.

Ore 11.00. Siamo in perfetto orario e ci spostiamo nell'antico Palazzo Corboli, splendida dimora duecentesca già sede del Museo d’Arte Sacra, dove il Sindaco di Asciano - Dr. Roberto Pianigiani - rinnnova il suo personale benvenuto a tutti gli invitati. Ma è anche giunto il momento di "ascoltare" l'ospite più atteso: il Vinpepato® delle Crete! Ed è attraverso un ventaglio di suggestivi abbinamenti che Paolo Lauciani inizia a raccontare Vinpepato®:"Dal punto di vista gustativo ho trovato questo prodotto di estremo equilibrio e di estrema eleganza. Effettivamente dolceamaro, poichè perfetta sintesi tra le sostanze amaricanti e quelle dolci che rendono questo elisir particolarmente palatabile. Da degustare quando volete. Le suggestioni proposte sono solamente dei consigli poichè Vinpepato® dev'essere anzitutto una scoperta personale. Se il prodotto piace, ciascuno di noi saprà trovare il momento più giusto per degustarlo. Oltretutto è un prodotto che porta con sè secoli di storia poichè così veniva fatto dai nostri antichi padri Romani e Greci che lo mescolavano alle spezie proprio per cercare di dare un giusto equilibrio che non esiteremo a definire ante-litteram. Naturale è comunque la collocazione a fine pasto per l'equilibrio intrinseco di Vinpepato ma, diversamente, ogni momento può rappresntare la giusta collocazione".

Si inizia con un orologio di formaggi accompagnati da una serie di composte (di cipolle e peperoni) e mieli (di castagno ed elisir di zibibbo di Pantelleria). Tutti pecorini i formaggi : Rocco sotto la cenere, Pecorino di Pienza, Pecorino Ruota del Re, Pecorino di Corzano e Paterno e Pecorino stagionato sotto vinacce di Sangiovese e foglie di noce. A seguire pasticceria tipicamente Toscana offerta, per l'occasione, dall'amico Massimiliano Arnecchi titolare dell'Antica Pasticceria Masoni di Colle Val d'Elsa: ricciarelli, panforte fichi e noci, pan dei Santi, cantucci e - non poteva mancare - il panforte Panpepato! Per finire una meravigliosa composizione di frutta fresca ed essiccata servita in accompagnamento con una piccola boul ripiena di cioccolato fondente al 70%. Ananas, fragole, datteri, fichi e albicocche.

Finita la degustazione si è aperto un interessantissimo confronto. Ma lasciamo alle parole del nostro amico Andrea Gori riassumere la "sifda" degli abbinamenti:"Vincitore assoluto del confronto è l’abbinamento salato con la Ruota del Re e il Pecorino di Corzano, eventualmente con confettura di cipolle e, tra i dolci, matrimonio d’amore con il Ricciarello del forno Masoni". Dalla platea sono poi arrivate altre idee molto interessanti come quelle di abbinamenti con prosciutto, carni rosse con preparazioni complesse e uno ghiottissimo con Buristo (e altri salumi di sangue di maiale, vi faremo sapere…).

"Semel in anno licet insanire" (una volta all'anno è lecito impazzire), così recitava Seneca nel suo "De Senectute". Noi l'abbiamo fatto!!! Perchè allora non lasciate anche voi stare tutto il resto e vi abbandonate ad una "buona anfora" di Vinpepato®?

Archivio